mercoledì 30 novembre 2011


Inizia con questa 225 poesia, la nuova raccolta che chiamerò, per ora..." L'ultimo fiore"
( che andrò ad aggiungere, man mano che le scrivo,  nella pagina IV Raccolta )
DANZANO
Come piume nel vento danzano le foglie,
si staccano dal ramo e al suolo cadono lente
senza alcun rumore, confuse tra i petali del fiore

che non hai colto, perché troppo bello
né fingere potevi d’ignorarlo
se lo sguardo si posava sul cancello.

Lì è rimasto, il vento l’ha spogliato
ed ora giace ignudo nel terreno,
ma la radice ove è ben nascosto

rivedrà ancora luce a primavera.
Rifiorirà e sarà ancor più bello
quel fior che s’apre solo verso sera,

una corolla ove solo il cielo
potrà specchiarsi ed il suo chiarore
darà la luna a questo ultimo fiore.

Sellia Marina 15 Ottobre 2011

martedì 29 novembre 2011

QUESTA MIA SERA


Questa è la mia sera dove l'ombra
adagio insinua le sue dita oscure,
fruga nella memoria né si stanca
di risvegliare ogni cosa morta.

Ma non è solo questa la mia sera!
Dolce lacrime suscita ed il pianto
mescola al riso che m'empie le gote
singhiozzo e canto, melodia poeta

che affascina il cuore e che l'avvolge
in questa sera che mi parla piano
vicino al gelsomino che mi cinge
col suo profumo in un abbraccio grande.

Che vi sia luna o nera come pece,
pioggia o vento che la sferzi
non v'é altra sera che vi sia
eguale a questa, qui, a casa mia.

Sellia Marina, 25 Novembre 2011


mercoledì 23 novembre 2011

Solo Stracci Bagnati


Lampi argentei squarciano il cielo,
accendono sprazzi di luce
nel buio della volta sospesa
in attesa che irrompa improvviso lo scroscio

seguito dai tuoni e dal vento
che spinge ogni onda impietoso.
S’arresta sopra muri di fango colato,
s’avventa su tetti che paiono bare,

rovescia la furia e a valle trascina, ogni collina.
Gonfia ancora nell’acqua che scorre
irrompendo, sollevando l’asfalto,
ignaro del pianto che abbonda

 e lascia per via, solo stracci che indossi bagnati…

E lui fugge via!
Sellia Marina, 23 Novembre 2011

lunedì 21 novembre 2011

PIANGE LA LUNA


Se il sole tramonta improvviso
la terra già bruna s’oscura,
di luna la volta stellata

 s’accende in languore,
disperde ogni oscuro timore
che affascina il cuore.

Le membra ormai stanche trascini
alla riva di un mare in tempesta,
né mai la bufera t’arresta

né l’onda che lenta s’allunga,
t’avvinghia, ti copre di spuma…
Piange la luna!

Sellia Marina, 27 Ottobre 2011

sabato 19 novembre 2011

Libero è il Vento



Il vento...questo elemento della natura che ha ispirato al grande Shelling  la sua "Ode al vento di ponente", ha ispirato anche me. Talvolta lo sento urlare dalla mia casa che affaccia quasi sul mare...la sua furia è spesso senza eguali...non ha confini o patria...ma spesso il vento accarezza il viso quando il sole brucia la mia pelle...sfiora ogni fiore del mio giardino e mi regala un tappeto di petali...come non amare questo  gentile, arruffato Eolo?




Libero sempre....e prigionier d'amore

martedì 15 novembre 2011

MONTAGNE SOLITARIE


Sopra le cime innevate, stanche,
s’abbatte la bufera e più non vedi
la strada che difficile in salita
potrebbe ricondurti a valle.


Vette che il cielo tocca e che le sfiora
cingendole di un velo che non scura
neppure a notte, allor quando la luna
le inargenta di luce e le incorona.








domenica 13 novembre 2011

SOGNO


SOGNO
Talvolta, nel silenzio del meriggio
quando la quiete scende come ombra
e avvolge l’alma inquieta ed or gioconda,


io sogno che uno spirito m’avvolga
e  le mie spalle copra di rugiada,
sopra i capelli petali discioglie,
come onda mi culla e sulle labbra
baci  mi  posa con sospiro lieve.
E il sogno dura quanto un giorno, breve!.
Sellia Marina 20 Marzo 2011

video
E' in effetti una poesia che ho scritto a Marzo, quando il mio giardino  pieno di fiori m'ispira, poesia che appartiene alla raccolta "Lieve come una piuma ". Ora l'ho racchiusa in un piccolo video composto solo da quattro slide e l'ho recitata. La musica che l'accompagna è la colonna sonora del film " La vita è bella" ( Per apprezzarla, chiudete il play del blog che parte in automatico )

mercoledì 9 novembre 2011

TEMPORALE


Scroscia improvvisa la pioggia,
un lampo precede quel tuono
che scoppia così fragoroso.

Ne trema la casa,
sussulta ogni vetro oscurato
da un cielo da tempo ingrigito.


Sul  tetto ora batte con passi felpati,
nel prato ormai troppo imbevuto                                                    
galleggia ogni ramo, ogni foglia.

Le luci si accendono e vanno improvvise
lontano, non reggono il tuono che arriva
di nuovo così fragoroso.

Sellia Marina, 9 Novembre 2011

domenica 6 novembre 2011

DANZANO

Visibile nella pagina IV Raccolta
Inizia con questa 225 poesia, la nuova raccolta che chiamerò, per ora, Ali per volare...

DANZANO
Come piume nel vento danzano le foglie,
si staccano dal ramo e al suolo cadono lente
senza alcun rumore, confuse tra i petali del fiore

che non hai colto, perché troppo bello
né fingere potevi d’ignorarlo
se lo sguardo si posava sul cancello.

Lì è rimasto, il vento l’ha spogliato
ed ora giace ignudo nel terreno,
ma la radice ove è ben nascosto

rivedrà ancora luce a primavera.
Rifiorirà e sarà ancor più bello
quel fior che s’apre solo verso sera,

una corolla ove solo il cielo
potrà specchiarsi ed il suo chiarore
darà la luna a questo ultimo fiore.
Sellia Marina 15 Ottobre 2011