sabato 2 febbraio 2013

IL SILENZIO DEL MONDO



  
Alta è la notte quando tace il mondo!
sull’altura sale zoppicando
infreddolito e stanco il vagabondo.

Nella bisaccia tanti sogni infranti
pesano come pietre dentro il mare
lacrime bagnano ora le sue guance,

il vento cullerà i capelli bianchi
sottili come i fili che son tesi
tra un ricamo e un aquilone in cielo.

Lento il suo passo non risveglia
chi nella notte pigramente dorme
fra piume delicate e mai riflette

a chi è per la strada e ha perso tutto
casa, amici, un lavor sicuro…
Gli è rimasta amica la coscienza!
Sellia Marina, 24 gennaio 2013
(Da "Il Silenzio Delle Onde")

Nessun commento:

Posta un commento

Se la mia poesia ti piace, commentala, se non ti piace…ignorala