martedì 9 febbraio 2016

LA MASCHERA CHE VEDI


 Maschera seducente ora porto!
Velo lo sguardo accattivante,
trine d'argento, nastro di raso
felci d'oro adornano il mio capo,

il sorriso sulle labbra, solo disegnato.
Sangue sopra gli occhi ho colorato
a questa innocente bellezza del creato
che nessuno ha mai apprezzato

ma con furore è stato profanato
da mani vili, lascive, petti senza cuori
guidati sol dall'odio e da passione
insana e sopra il corpo è disegnata la trama

d'una vita all'ombra delle pietre
che i miei fianchi han colpito, deturpato,
ferito le mie mani  con i chiodi…
per questo il mio viso ora è celato

ora sono la maschera che vedi.
Sellia Marina, 8 Febbraio 2015











2 commenti:

  1. bellissima, Cate!!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie a te cara Gisella per questa bellissima creazione...

    RispondiElimina

Se la mia poesia ti piace, commentala, se non ti piace…ignorala