martedì 12 aprile 2016

AFFRESCHI





                                                    S’è chiuso nel silenzio delle mura
nessuna voce intorno per lenire
partecipare al suo muto dolore.

S’è chiuso e non l’han visto camminare
sotto le volte nude ove gli affreschi
s’affacciano silenti ad osservare

il passo stanco che trascina lento.
Ode squillare a festa le campane
sussulta il cuore di divina gioia

il capo china ed in ginocchio prono
la mano benedetta alza ancora…
La croce bacia mentre l’organo suona!

Sellia Marina, 17 Marzo 2013



3 commenti:

  1. Molto bella Caterina...complimenti...(l'organo accompagna il canto della poesia.

    RispondiElimina
  2. Un grande omaggio che dimostra anche grande sensibilità da parte dell'autrice. Bellissima poesia che lego al cuore.

    RispondiElimina
  3. Grazie mie care...Questa mi è molto cara....amo questo Papa che si è chiuso nel silenzio...e nel dolore che porterà ...da solo...

    RispondiElimina

Se la mia poesia ti piace, commentala, se non ti piace…ignorala