sabato 4 giugno 2016

S.MARIA DELLA PIETA'



Sotto queste volte il tempo s’è fermato
ma odi ancora eroi, signori e cavalieri,
martiri, timide donzelle addormentate

che s’affacian piano tra le pietre antiche
e accostano a un altare consumato
 da secoli e preghiere mai sopite.

Ha resistito a barbari e tiranni
e splende ancor la volta ed i suoi archi
mai piegati dal tempo e scoloriti,

( incuria moderna per la storia)
or di  luce dorata son soffusi.
Lieve sfiori un pilastro già ferito

risuonan gemiti da  una feritoia...
chiudi la porta sopra quel tesoro
prima  che involi, ed il tempo

sarà ancora custode del mistero.

Sellia Marina, 23 Settembre 2012
( Mostra di Caterina Rizzo in S.Maria della Pietà-Squillace)


3 commenti:

  1. Queste immagini … creano figure ancora più indipendente. La tua poesia conserva , nei simboli e nei miti, i nobilissimi signori e valorosissimi cavalieri… è come una dolce musica che ti porta indietro col tempo. Complimenti Caterina , meravigliosi versi.Caterina Rizzo

    RispondiElimina
  2. Una poesia incantevole, custode di un tempo pieno anche di sofferenze. Molto piaciuto il passaggio da cui si evince che non sempre c'è rispetto per ciò che testimonia il nostro passato.
    Molto apprezzata

    RispondiElimina
  3. E questo in verità dispiace...l'incuria dell'uomo...ma io l'ho ..vista con dame e cavalieri e un altare ..oh!...è così suggestiva..mi è rimasta davvero nel cuore...grazie per la vostra visita care amiche

    RispondiElimina

Se la mia poesia ti piace, commentala, se non ti piace…ignorala