mercoledì 31 agosto 2016

IO SON COSI'


Io son così, se mi vuoi!
Dolce o severa quanto basta,
tenera o ardente quando voglio

negli occhi castani il riso splende
il piè non so tenere in due scarpe...
E quando sono amica, è per sempre!

Critico sempre è ver ma con giudizio,
devo dire sempre quel che penso,
se un canto non mi piace perchè il senso

non è proprio in tema col contesto,
sei tu poeta che devi cambiar verso
io devo dire inver come la penso.

Di certo  sono giusto un po’ ...antiquata
non credo mai che gocce di rugiada
cadano sempre da una penna sincera,


mi piace legger qualcosa che sia unico, vero
Non sei  tenuto ad essere mio amico,
se vuoi, devi accettarmi così  come ti dico.

Sellia Marina, 25 Luglio 2012



martedì 30 agosto 2016

30 Agosto 1973






Nel reparto c'era grande agitazione

" ma insomma quella bimba non si sbriga

 che ci sta a fare ancora nel pancione?"



 Un medico alquanto spazientito

 e stanco dopo una giornata bigia
 passata a fare nascer bimbi a frotte,

 non si prese la briga di aspettare
" una puntura le dobbiamo fare,
son quasi le otto, devo ancor cenare".

Quelle parole non piacquero alla bimba
 pensò da sola ad affrettare il tempo
 sollevò il capo poggiato sulle braccia

 che tenea incrociate per diletto
 e gridò forte quando uscì alla luce...
 E nel reparto ritornò la pace!.

Sellia Marina, 30 Agosto 2012
A mia Figlia Giulia Maria Chiara per il suo compleanno





lunedì 29 agosto 2016

ADAGIATI SUL MIO CUORE



Se qualche sogno hai perso per la via
o più non credi d’incontrar l’amore
né arde  fiammella che sia accesa...
Adagiati sereno sul mio cuore!

E quando la speranza t’abbandona
o trovi sempre chiuso ogni portone
né s’apre più finestra od un balcone...
Adagiati sereno sul mio cuore!

Non creder mai che il mondo è sempre uguale
vi son coriandoli che splendono di luce,
soli e fiori, tante stelle appese...che non vedi
Adagiati sereno sul mio cuore,

udrai liberi canti, dolci melodie di rosignoli
che in volo fanno coro e le lor ali
sfiorarti il viso, accarezzarti... Amore
Adagiati sereno sul mio cuore!

Sellia Marina, 9 Novembre 2012
Da "Il Silenzio delle onde" "Poesia premiata e inserita nell'Antologia "Il profumo del loto" SD Collezioni, con mia Prefazione - Copertina di Caterina Rizzo

giovedì 25 agosto 2016

TERREMOTO IN ABRUZZO




Fra le macerie e i cumuli di calcinacci
case sventrate come vesti strappate
vaga il povero vecchio
stanco, addolorato e mesto.

Pensa a una vita spesa
fra tante gioie e dolori
pensa ai suoi figli morti
e chiusi sotto i fiori

che coprono le bare allineate.
in fila tanti cuori
hanno l'egual timore, 
perdere la speranza

che torni un dì migliore.
E mentre al cielo salgono
preghiere, canti odori,

nell'aria si diffonde 
lento il rumor di un tuono...
la terra trema ancora.

sulle rovine di tante case vuote
piange l'Italia intera
piange ogni cuore.

Sellia Marina, 9 Aprile 2009



 


martedì 23 agosto 2016

PONTI INFINITI


Ponti che attraversai! Dopo passati
Altra visione nella mente affaccia,
acque limpide rincorrono le nubi
e sulle sponde  la traccia d’un sentiero,

ascoso bruca l’erba un destriero.

Ponti infiniti dove il passo affretti
o fermi, forse una valle s’apre, rifletti
sul tempo perso oppure guadagnato,
le spine tolte, le rose che hai raccolte

i sogni chiusi dentro in un forziere,

non l’apri, la chiave tra i ciotoli giace
e il cuor ricorda gioie, fatiche, dolori
una vita trascorsa, indecisa se andare
o in attesa sul ponte restare.

Sellia Marina, 23 Agosto 2016

sabato 20 agosto 2016

L'URLO DEL MARE


Non vi son parole nuove, ma novelli d’annunziani
le potrebbero inventare, per descrivere coi versi
 il rumor che vien dal mare, il fragore delle onde
che s’innalzano col vento, che si spingono alle sponde

poiché il fiato dispettoso che le incalza, le allontana,
le travolge, le accavalla, nuovamente le avvicina
e non trovano riposo che alla riva ormai disciolte.

Bianca spuma che confina con un ciel poco distinto,
in  un’alba che non sorge, nel tramonto che non giunge.
E’ il mio mar che forse piange, urla, imponente rugghia,

perché forse la sua brama di carpire, avvicinare,
di travolgere una preda, si è dissolta in bianca  spuma.
Il suo grido  non si ferma, una tormenta che diffonde
lungo tutto il litorale… ma è un’orchestra musicale!


Sellia Marina 18 Febbraio 2011

venerdì 19 agosto 2016

AMICA MIA

 Siam tutti soli e tu
amica mia
ancor sei giunta
a farci compagnia.

C’ispiri  un altro verso
e sul quaderno
scorre lesta la penna
e vi depone

un altro rigo che si aggiunge al primo.
Veloce scorre il tempo a te vicino
l’animo stanco si consola

Sorridi  anche tu amica mia
che hai solo un nome,
Poesia.
Sellia Marina, 21 Luglio 2012
Il mare di Sellia Marina...chiuso in  "E sarà... nuova Alba" 



lunedì 15 agosto 2016

FERRAGOSTO


Dai verdi monti sono scesi al basso
e dal mare in molti son saliti all’alto,
     mentre nella valle risuonava
l’eco che spandeva una campana.

Giorno di ferragosto,
si onora quell’Assunta
che uno stuolo d’angeli
al  cielo ha sollevata.

    Madre che non disdegna di guardare
   chi affida a Lei ogni speranza,
  lenire col sorriso ogni pena,
ridare senso ad ogni vita stanca.

        L’eco della campana che non tace
         congiunge voci allegre di bambini,
         che sulla sabbia fan buche profonde.
         Si gonfian le tovaglie sopra l’erba…

     Giorno di sagre, giorno di ferragosto,
      amici che s’incontran per brindare,
    corse sui prati…a casa è rimasto solo
      chi era malato o a letto a riposare.


Sellia Marina 15 Agosto 2011
  

sabato 13 agosto 2016

La Conclusioe del Presidente Ursini..


Il 19 Febbraio del 2015, il Presidente Vincenzo Ursini a conclusione della presentazione del mio saggio, così scriveva sul sito dell'Accademia dei Bronzi:


“Con il suo saggio Caterina Tagliani ha realizzato un vademecum per percorrere le strade del pensiero di Hannah Arendt, facendo dono al lettore di una bussola per una trama di significative riflessioni. Ha evitato la pericolosa tentazione di erigere un’edicola devozionale ad Arendt ed alla sua opera. Ha reso un servizio allo studioso che si avvicina alla Arendt facendo emergere, nel contesto del libro, la capacità innovativa delle idee della filosofa ebrea, la loro coerenza tra pensiero e azione, ma viepiù, il modo esemplare con la quale Hannah Arendt affronta la sua complessa vicenda umana. Si tratta, in definitiva, di una lectio facilior per la comprensione delle linee e dei profili che caratterizzano il pensiero della Arendt tesa a bonificare lo strabismo politico-ideologico di alcuni critici. Il libro, edito da Ursini, è altresì una mappa critico-storiografica ben dettagliata ed integrata, specie quando l’autrice analizza gli effetti della Rivoluzione americana sull’Europa e sulla differente portata di questa e di quella francese. Un saggio, quindi, d’interesse generale che merita di entrare a pieno titolo nelle biblioteche degli studiosi del nostro tempo”.
Così il prof. Mario Donato Cosco ha riassunto la presentazione del volume “Hannah Arendt: libertà e rivoluzione” tenutasi sabato sera nei locali del Circolo Unione di Catanzaro, su iniziativa della stessa casa editrice e dell’Accademia dei Bronzi.

All’incontro, con Cosco e Tagliani, hanno partecipato altresì G. Battista Scalise e Aurora Martorana. “Oltre all’accurato e ricco apparato bibliografico - ha sottolineato Scalise, nell’introdurre i lavori - uno dei meriti del saggio è quello di favorire un ampio dibattito su ambiti della genesi del pensiero arendtiano che non sempre sono stati adeguatamente considerati; anzi, spesso, sono stati relegati ad una specie di limbo, dominio del grigio e/o addirittura dell’indicibile”.

“Nel libro - ha detto poi Aurora Martorana - vengono giustamente sottolineati aspetti e peculiarità dei rapporti tra rivoluzione e questione sociale, tra tradizione rivoluzionaria e spirito rivoluzionario, tra associazioni rivoluzionarie spontanee e partito politico. L’insegnamento della Arendt va, quindi, visto nella prospettiva di una rivoluzione non violenta, capace di ripercorrere in modo critico gli itinerari delle rivoluzioni precedenti per evitarne gli errori/orrori di cui siamo a conoscenza”.

All’incontro hanno partecipato numerosi artisti, scrittori e simpatizzanti dell’Accademia dei Bronzi tra i quali Maria Pia Furina, Antonietta Pullano, Caterina Rizzo, Antonella Oriolo, Franco Foglia, Santina Leone, Gregorio Orlando, Alessandro Corea, Domenica Ferraro, Giulia Martorana e Giovanni De Pascali.

“Ancora una volta - ha commentato l’editore Ursini - abbiamo proposto una iniziativa culturale di alto spessore, contribuendo ad elevare i toni di questa sonnolenta città. Il nostro auspicio è che tali manifestazioni, assolutamente gratuite, siano d’ora in poi apprezzate anche dagli enti pubblici territoriali ai quali chiediamo una più oculata gestione delle risorse culturali”.

Un grazie sincero al Dottor Ursini per questa riflessione che rispecchia lo spirito del mio Saggio, quanto volevo trasmettere con la pubblicazione è stato detto. 

venerdì 12 agosto 2016

"COME UNA FIABA"



"C'era una volta…"
Inizian così tutte le fiabe
che parlan d’orchi, di principi, di fate,
a te molte ne abbiamo raccontate,

alcune te le abbiam persin cantate…
Ma  sei cresciuta e tu non hai creduto
a nessuna di quelle che capivi
erano solo  fole per bambini,

le dolci ninne nanne  dei piccini.
Ora sei grande e cambia la tua vita
come il cielo,dopo un gran temporale
l’arcobaleno annuncia

che presto tornerà  ancor sereno.
Così  anche tu che ieri eri  bambina
 ora d’un tratto già sei fatta donna,
sinuose le forme, come una sirena

e il piglio del tuo volto è ben deciso
a chiedere o a donare quel che intendi
la vita debba darti o che pretendi.
E come tutti abbiamo i nostri sogni

così tu insegui i tuoi senza voltarti,
forse è giusto così, o forse pensi
che qualcuno voglia o possa ostacolarli.
Ma non andar di fretta, noi tutti siam  qui

per aiutarti perché tu possa alfine 
tutti realizzarli

Sellia Marina 23 Giugno 2011




La mia bella principessa oggi compie 18' anni. Una tappa importante per tutti i ragazzi: diventano "maggiorenni". A Me sembra ieri che così piccolina rotolava per casa e oggi ha svolto la seconda prova della  maturità linguistica e poi, dopo un'estate passata probabilmente dietro il bancone di un bar, se ne andrà per iscriversi all'Università di Ferrara. Il mio letto ( che lei ha occupato spontaneamente quando mio marito è mancato), resterà di nuovo vuoto, i suoi piedoni (n38), non mi scalderanno quest'inverno....quante volte parleremo di lei...bella mia...ora prepariamo la festa per il suo compleanno...poi...si vedrà.


Questo video nonna Katia l'ha realizzato per te, mia bella Principessa









mercoledì 10 agosto 2016

LA NOTTE DEI DESIDERI

CHE C'E' DI MALE A CREDERE NEI SOGNI?
OGNUNO PUO' AUGURARSI CHE SI AVVERI
QUELLO CHE IL CUORE BRAMA O ALTRI SPERA.

IL CIELO AVRA' UNA STELLA PER CIASCUNO
CHE IN ALTO GUARDA E CERTO  LA PIU' BELLA
E' QUELLA CHE  STRINGI INVANO NELLA MANO.

NOTTE DI S. LORENZO! MAI VISTE TANTE STELLE
CHE COPIOSE COPRON LA VOLTA  E STANNO APPESE
LI', TUTTE IN ATTESA DI UN PENSIER VELOCE

CHE AFFERRI E FERMI IL LORO CORSO ANTICO...
PER UNA NOTTE TUTTI I DESIDERI VOLAN LASSU'
LI INSEGUI...E NON LI PUOI FERMARE...

 CIELO E  CUORE VOGLIONO INSIEM GIOCARE.

Sellia Marina, 10 Agosto 2012




martedì 9 agosto 2016

COME DUE STELLE


Scintille di luce, pagliuzze dorate
che danzan fra ciglia socchiuse,
iridi luminose
nel viso d'incarno rosato.

Languidi, a volte imperiosi
nei dolci tuoi tratti riscopro
ogni senso che agita il cuore
ogni palpito o cambio d'umore.

E m'incanta guardare i tuoi occhi
che risplendono come due stelle
come lago nel quale specchiarsi
quando s'aprono e come farfalle

l'ali vibran posando sul fiore.
Così io m'incanto al sorriso
che sprigiona il tuo giovane viso
o mio piccolo fiore d'acanthus.


Sellia Marina, 18 Febbraio 2012
Da "L'Ultimo Fiore"
( Alla mia bella Silvia )