venerdì 28 ottobre 2016

"QUESTA VITA E' UN PEGNO"


Velati nella mente i tuoi ricordi
non riscaldan il cuor che ne gioiva
chiusi i cassetti della tua memoria
non hai più chiavi e non puoi aprirla.

T’allietava il suon d’un rosignolo
l’olezzo d’ogni fior che conoscevi
correvi con gli amici e sul cappello
la piuma fiera sventolava al vento.

Ora le mani ch’erano si forti
son tremule, bianche diventate
il bicchiere ti porgo se vuoi bere,
da solo ti potrebbe inver cadere.

Smarrito t’accompagni ad un sostegno
lacrime calde sulle labbra smunte,
più non sorridi, questa vita è un pegno
e lo dei pagar per esserne ancor degno.

Sellia Marina, 9 Aprile 2014
Premiata con targa  di merito dall'Associazione  Parkinson On Lus "L'Aquilone"- Udine- Pubblicata in "FANTASTICAMENTE" 

4 commenti:

  1. E' triste! Caterina.
    Triste ma molto realistica. I ricordi (e io ne scrivo spesso dei miei), allietano la vita, ma a volte la rattristano....se non altro perchè è vita che è già trascorsa...
    La trovo bellissima.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Pino, è vero, ci sono ricordi che ci allietano e altri che ci gonfiano il cuore di pena…e non v'è consolazione o sollievo peché…la vita continua e anche quando sei stanco…bisogna viverla, se non per sé stessi per quelli che ci stanno intorno….Grazie della tua visita

      Elimina
  2. è molto, molto bella!!!
    Ciao, Cate

    RispondiElimina
  3. Grazie cara Gisella, non manca proprio a nessuno vero?

    RispondiElimina

Se la mia poesia ti piace, commentala, se non ti piace…ignorala