venerdì 14 aprile 2017

NESSUNO E' SOLO


Guardai lontano verso l’orizzonte
ove il cerchio si chiude, ai piè del monte
che occhieggia e riversa alla pianura
il suo ondeggiante color vermiglio.

Lontano il monte immoto a vigilare,
non ha sponde la Prealpi e guarda l’acque
mosse appena da zefiro gentile,

alle sue spalle non si alza il sole
ma la luna a sera inargenta la sua cima.
Campane diffondono nell’aere la lor voce
salutano ogni giorno e sembran dire:

nessuno è solo a nascere o a morire
né a divider gioie o a portar la croce,
noi salutiam così, noi siamo pace.

Il cuore del viandante segue la luce
il frastuono che intorno lo circonda
più non l’opprime  e più non lo turba.

Caprino Veronese, 20 Luglio 2016        
I Premio Franco Terreno-S. Maria Capua Vetere- "I tuoi occhi senza di me"

Nessun commento:

Posta un commento

Se la mia poesia ti piace, commentala, se non ti piace…ignorala