domenica 28 settembre 2014

CANDIDO LOTO


Esile pare e come giunco sale
s’affaccia e sopra l’acque posa
l’incarnato talvolta quasi rosa
al sole che risplende, ma è diaccio il cuore

 quando come sposa
un velo tende sopra acque immote,
si dondola, fa cerchi con il vento
chiude a sera la corona, la protegge

dai raggi della luna che si specchia
entro la  conca, invidiosa della sua bellezza.
E allor risplende, candido loto
che il destino vuole

far nascere da fondi limacciosi
e mentre sale, l’acqua che divide
purifica e non muore.



Sellia Marina, 26 Luglio 2014

5 commenti:

  1. Splendidi versi a descrivere un fiore di tanta bellezza e simbolo di purezza. Piaciutissime la terza e quarta strofa, ma davvero tutta la poesia è splendida. Molto apprezzata, complimenti sinceri! (Raggioluminoso)

    RispondiElimina
  2. Pretty portion of content. I just stumbled
    upon your weblog and in accession capital to assert that
    I get actually enjoyed account your weblog posts.
    Anyway I will be subscribing to your augment or even I fulfillment you get entry to constantly quickly.


    Look into my page: cheap web hosting php

    RispondiElimina
  3. Quanta poesia sa ispirare un fiore!!! Anche la poesia è un bellissimo fiore che sboccia nell'anima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo in modo particolare Alice…cresce nel fondo in mezzo alla melma e mentre risale purifica l'acqua intorno a se…in questo ha ragione De André.." dal letame nascono i fior" e davvero i fiori sempre m'ispirano…Grazie per la tua visita cara amica

      Elimina

Se la mia poesia ti piace, commentala, se non ti piace…ignorala