lunedì 17 novembre 2014

COME UNA FOGLIA


Tanti gradini ancora da salire
e per quanto cerchi d’arrancare
il piede tuo sempre può  inciampare.

Ti lasci allor cadere e come foglia
mossa dal vento a terra si depone,
nè mai può sollevarsi se non soffia

nell’aria, l’alito di ogni tramontana,
così su nuda pietra allor rimani
ginocchia contuse e lacerate mani.


Non v’è un appiglio, non verrà nessuno
a sollevarti, fino a che domani
passato è il dolore e sulle scale
torni a salire sola, il cuore in gola...!

Sellia Marina, 3 Ottobre 2012



4 commenti:

  1. Bella e ...vera!
    Le difficoltà della vita da superare ogni giorno ...spesso anzi quasi sempre...lo si fa da soli!
    Ciao e se ti va vieni a trovarmi...
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pino per la visita al mio blog, verrò sicuramente a trovarti

      Elimina
  2. Alice Gregorini17 novembre 2014 08:52

    Trovare dentro di sé la forza per riprendersi, perché nessuno ha la ricetta giusta per aiutare in certi momenti. Il tempo solo aiuta a recuperare la voglia di vivere. Hai detto proprio bene, Caterina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione cara amica…il tempo aiuta è vero ma la vera forza è dentro di noi anche quando non vedi nessuna mano tesa…non "il male di vivere"…è volere che talvolta è doloroso….Grazie della tua visita cara Alice

      Elimina

Se la mia poesia ti piace, commentala, se non ti piace…ignorala